Gentile utente

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

AL GIOVANNI PAOLO II – UOC CARDIOLOGIA

SALVATA LA VITA A UN PAZIENTE AFFETTO DA “STORM ARTMICO”

"intervento di grande complessità tecnica, frutto di un mirabile lavoro di equipe"

Ragusa, 6 luglio 2019 – Al Giovanni Paolo II, nell’UOC di Cardiologia, diretta dal dr. Antonino Nicosia, è stata effettuata, dal dirigente medico dr. Giuseppe Campisi, una ablazione di tachicardia ventricolare in paziente con “storm aritmico” (intrattabile farmacologicamente) e gli è stata salvata la vita!
L’intervento di grande complessità tecnica è stato il frutto di un mirabile lavoro di equipe, che ha visto coinvolti oltre i cardiologi, anche gli anestesisti e la squadra di infermieri esperti di Cardiologia Interventistica. Oltre alla  Cardiologia di Ragusa, sono veramente poche le strutture in Sicilia e nel meridione d’Italia ad assicurare questo trattamento.

Soddisfazione viene manifestata dalla Direzione Strategica per la perfetta riuscita del  delicato intervento.

 Lo SA -  storm aritmico – o   storm elettrico, tempesta aritmica o elettrica, è una situazione di severa instabilità elettrica del cuore. Tale condizione si osserva più di frequente in soggetti con cardiomiopatia dilatativa, sia ischemica che idiopatica, come espressione evolutiva del substrato aritmico di tali patologie.

 

Foto: 1^ un momento dell’intervento

           2^ Equipe del reparto   con al centro il dr. Nicosia, camice bianco. In basso, con divisa in blu,

                 il dr. Campisi