info:

RIDURRE AL MINIMO LA INVALIDITÀ POST ICTUS CON LA REALTÀ’ VIRTUALE

ALL’ASP DI RAGUSA SI PUÒ!

 

“una riabilitazione precoce utilizzando la realtà virtuale per riabilitare sia la componente motoria che quella cognitiva.”

 

Ragusa, 22 luglio 2020 - Un altro importante tassello è stato aggiunto al percorso di diagnosi e cura dell’ictus cerebrale in provincia di Ragusa. Infatti, dopo avere capillarizzato l’esecuzione della trombolisi IVintravenosa -, facendo in modo che   questa possa essere effettuata anche a Ragusa e Modica, adesso il paziente con ictus potrà avvalersi di una nuova possibilità di riabilitazione precoce per ridurre al minimo la invalidità post ictus.

 

Secondo le direttive dell’Assessorato alla Salute, in ordine alla implementazione dei sevizi riabilitativi e neuroriabilitativi, le UOC di Neurologia e di Fisiatria del P.O.  “R. Guzzardi”, grazie alla collaborazione con l’IRCCS Neurolesi di Messina, utilizzeranno   un sistema di teleriabilitazione e valutazione clinica a distanza del paziente con ictus cerebrale: il VRRS - Virtual Reality Rehabilitation System.

 

Il VRRS è il più avanzato sistema di realtà virtuale per la riabilitazione e teleriabilitazione, al mondo, che permetterà di programmare e attuare sul paziente con ictus, una riabilitazione precoce utilizzando la realtà virtuale per riabilitare sia la componente motoria che quella cognitiva.

Questa innovativa modalità di riabilitazione, oltre che per i pazienti con ictus cerebrale, potrà essere usata per altre patologie neurologiche acute invalidanti come le lesioni del midollo spinale o le polinevriti acute.

 

La procedura sarà supervisionata, da remoto, dall’IRCCS “Bonino Pulejo” di Messina che ha messo a disposizione il macchinario. L’apparecchiatura è stata consegnata dai tecnici del “Bonino Pulejo”, accompagnati dal dr. Vincenzo Cimino, neurologo dell’IRCCS.

 

Il VRRS è straordinariamente semplice da utilizzare e presenta un’interfaccia intuitiva e semplificata che consente un’immediata gestione di tutte le sue funzionalità. Ciò consente di beneficiare, con un unico sistema, di un’ampia gamma di attività riabilitative, personalizzabili e adattabili a ogni singolo paziente, con applicazioni di riabilitazione motoria, cognitiva, posturale, e logopedica, anche in ambienti di realtà virtuale immersiva.

 

Foto: da sinistra Sara Lanza, direttore UOC Riabilitazione Distretto di Vittoria e Antonello Giordano, responsabile Stroke Unit – UOC Neurologia - ospedale Vittoria.